Marketing Politico

Per valorizzare l’immagine di personaggi pubblici e gettare le basi del consenso per coloro che aspirano a ricoprire incarichi elettivi, si ricorre ad una tipologia di affiancamento che, rispondendo ad una linea strategica chiara e definita, punta a posizionare in modo ottimale il candidato o il personaggio pubblico presso l’elettorato o il pubblico di riferimento, in modo da renderlo riconoscibile e conosciuto presso un’ampia fetta dell’opinione pubblica.

Questo è il compito del cosiddetto marketing politico ed elettorale, una forma di consulenza sempre più richiesta da gruppi politici o singoli candidati che necessitano di professionisti in grado di guidare nella complessa analisi del comportamento elettorale.

L’obiettivo è arrivare a conoscere il modo di pensare dell’elettorato target, elaborando una forma di comunicazione che riesca ad intercettarlo, valorizzando gli elementi differenzianti rispetto ad avversari e concorrenti, e aumentando nel contempo il valore reputazionale e quello dell’autorevolezza.

La consulenza in marketing politico può essere utile soprattutto in presenza di campagne elettorali, ma può essere utile anche nei periodi intermedi in costanza di mandato, così da creare e mantenere una base di consenso utile per il futuro.

La Vivarelli Consulting, consapevole dell’importanza di questa forma di consulenza, collabora attivamente con gruppi politici e singoli candidati, garantendo supporto strategico ed operativo per la gestione delle loro campagne elettorali.

La Vivarelli Consulting, operativa in tutta Italia e presente su Firenze, Grosseto, Roma e Latina, offre consulenza di Marketing Politico e propone:

  • Analisi del contesto politico, dell’arena competitiva e dei competitor
  • Definizione della strategia comunicativa
  • Gestione e cura dell’immagine del candidato
  • Creazione campagne di comunicazione
  • Attività di personal branding e spin doctoring
  • Gestione agenda, ufficio stampa e attività di public relation
  • Gestione e coordinamento campagne elettorali
  • Gestione della comunicazione di crisi
  • Redazione public speech

Perché non si può prescindere da una strategia di marketing politico

In ogni democrazia mondiale tutti coloro che aspirano a ricoprire una carica politica devono essere in grado di ricevere un certo numero di voti per poter essere eletti. Per arrivare a questo si ha la necessità di crearsi una base di consenso forte e radicata sul territorio, un lavoro che può richiedere mesi o anni e che si costruisce quotidianamente ascoltando i bisogni dell’elettorato e comunicando al meglio la propria visione politica.

Gli aspetti fin qui citati non si discostano di molto da quella che è una classica strategia di marketing per vendere un bene o servizio; si hanno dei bisogni e dei desideri, ed il prodotto messo in commercio promette di poterli soddisfare al meglio.

Anche il marketing politico ed elettorale ragiona in queste modalità; si ha un elettorato target che ha un pensiero politico e necessità quotidiane, sta al politico lo studio dell’elettorato, la comprensione dei bisogni e la creazione di una ricetta politica, di una visione che può essere offerta loro per soddisfarli.

IDEA POLITICA = PRODOTTO

Una volta intercettato il consenso, il marketing politico è molto utile anche per il mantenimento nel tempo di questo consenso, soprattutto considerando che bastano anche solo poche scelte errate o comunicazioni discordanti per generare dissenso e perdita di reputazione.

In un mondo della comunicazione sempre più animato dai canali social, il marketing politico deve essere in grado di intercettare e comunicare l’idea politica alla base del candidato anche attraverso una costante interazione online con i propri sostenitori.

Non è un caso che numerosi esponenti del mondo politico odierno, alla classica attività di promozione nelle piazze, affianchino sempre più una corposa presenza mediatica sulle principali piattaforme social, così da non perdere mai il contatto con il proprio elettorato, creando post e contenuti ad hoc.

Non affidarsi ad esperti in comunicazione politica fa correre il rischio di non rimanere al passo con i tempi e non riuscire ad implementare nel modo corretto le strategie per intercettare la propria audience.

Come si elabora una strategia di marketing politico

Una strategia di marketing politico non è mai uniforme, in quanto bisogna considerare chi sta richiedendo il servizio di consulenza (è un singolo candidato? Per quale ruolo si candida? Si tratta di un gruppo politico? Che genere di elezioni devono essere affrontate? Locali o nazionali?), ma ci sono alcuni punti che devono sempre essere ben valutati:

  1. Conoscenza e valutazione del candidato. Tutto deve partire dalla comprensione dell’idea politica che ha il soggetto (o il gruppo politico) e la linea di pensiero che si vuole comunicare. Dallo studio del candidato si può iniziare a creare una strategia di comunicazione, un insieme di concetti e linguaggi che possono essere utilizzati nei confronti dell’elettorato, sia durante gli incontri pubblici, sia attraverso i canali social. Quello che conta deve essere sempre il mantenimento di una linea di coerenza nei messaggi che vengono divulgati.
  2. Conoscenza dell’elettorato. Come abbiamo già anticipato, una strategia di marketing politico non si discosta molto da quella che prevede la vendita di un bene o servizio; le idee politiche devono essere divulgate e fatte apprezzare alla pari di un prodotto.
    Come si può arrivare a questo? Conoscendo il proprio elettorato target! È chiaro che è praticamente impossibile intercettare il consenso dell’intero elettorato, di conseguenza è bene selezionare quella fetta che più si avvicina alle idee politiche che vogliamo divulgare.
  3. Definizione di una strategia di comunicazione. Per idearla è necessario definire un piano editoriale (redazione di testi, discorsi pubblici, post sui canali social) ed un ufficio stampa che sia in grado di seguire la comunicazione del candidato o gruppo politico per tutto il periodo di campagna politica. Per fare in modo che questa strategia sia vincente deve innanzitutto avere una coerenza di direzione.
  4. Gestione della campagna di comunicazione. Si tratta di definire e gestire gli impegni che il candidato dovrà portare avanti durante la campagna politica.
    Allo stesso tempo sarà necessario gestire le varie forme di comunicazione (dall’ideazione di manifesti elettorali alle interviste sugli organi di stampa), senza dimenticare la fondamentale componente online. Di conseguenza, importantissima sarà la creazione e la gestione di un sito web che esponga le idee ed i contenuti editoriali, in particolar modo la gestione dei vari canali social, con la creazione di dirette live, post sponsorizzati, condivisione di articoli e dichiarazioni del candidato.

Dai una spinta alla tua campagna elettorale e incrementa il tuo consenso facendo un corretto Marketing Politico!

Operiamo in tutta Italia e siamo presenti su Firenze, Grosseto, Roma e Latina 

Call Now Button